Giuria

MARINA PRATICI (Presidente di giuria)
Critico letterario, saggista e giornalista pubblicistica, ha tenuto conferenze, in Italia e all’estero, e collabora con prestigiose riviste del settore. Poetessa e scrittrice, ha vinto più di cento Concorsi letterari nazionali ed internazionali, rappresentando l’Italia al “Women Poetry” di New York. Pluriaccademica, presidente, membro di giuria, ideatrice di prestigiosi Premi di Letteratura, cofondatrice del Cenacolo Letterario Internazionale “AltreVoci” e della Associazione Culturale “Scintille Poetiche”, è stata insignita di numerosi riconoscimenti ad personam, fra questi: la distinzione di Cavaliere della Repubblica Italiana per alti meriti culturali e sociali; di Dama della Cultura Europea presso il Palazzo dell’Unesco a Parigi; di Grande Accademica di Spagna a Madrid; di Ambasciatrice della Cultura Italiana nel mondo. Ha ricevuto il Premio per la Cultura presso il Consolato dell’Ecuador, il Premio alla Carriera; il Premio per la Cultura (quale critico letterario Premio “Alda Merini” 2017 ). Ha promosso eventi di alta valenza sociale e culturale, istituendo il Premio “Alice e Flavio” alla Carriera conferito, m a personaggi quali Fabrizio Frizzi, il giudice Giancarlo Caselli, Don Antonio Mazzi. Sempre in tale veste, ha promosso il Concorso Letterario Nazionale “Ho diritto a…”, dedicato ai diritti dei minori. Ha pubblicato dodici volumi di poesia, tutti pluripremiati; un suo romanzo, è stato tradotto in inglese, spagnolo e tedesco e presentato a New York, Boston ed altre città americane; il suo ultimo volume in poesia, tradotto in quattro lingue, è stato presentato a Nizza, Vienna, Budapest e San Francisco, California; ha inoltre all’attivo oltre duecento pubblicazioni critico-letterarie. Dirige collane di poesia, di narrativa e di saggistica per note Case Editrici. Ha curato più edizioni della Letteratura Italiana Contemporanea. La sua produzione poetica è stata inserita nella Storia della Letteratura Italiana ed è storicizzata in più raccolte antologiche.

 

EMANUELA CARNITI MERINI
Primogenita di quattro figlie, Emanuela Carniti nasce a Milano nel 1955 dalle nozze fra Alda Merini – poetessa (Milano, 21 marzo 1931 – Milano, 1º novembre 2009) ed Ettore Carniti. Da sempre poetessa, grazie anche ai geni materni, ha lavorato come infermiera, prima per cinque anni nell’Ospedale di Omegna, poi, con l’avvento della Legge Basaglia, si lancia anima e corpo in quella direzione, riuscendo così a lavorare sul territorio aiutando i malati psichiatrici. Nel 2014 pubblica la sua silloge di esordio "Chirurgia d'affetto".

DANIELA CATTANI RUSICH
Daniela è scrittrice, pubblicista, editor e performer. Ha pubblicato tre sillogi poetiche, una graphic novel, un romanzo corale e uno proprio, C'è Nessuno? , che ha riscosso notevole successo di pubblico e di critica, e altri testi sia prosa, sia in versi, presenti in numerose antologie. Vincitrice di svariati premi letterari, è stata vicepresidente dell’Associazione Circumnavigarte, ha fondato il circolo culturale Casteld’Arte a Cassano D’Adda (Milano) e l’Associazione culturale CreAzione, in Toscana. Ha vissuto da nomade, come nomadi sono le sue origini; dopo due anni a Lanzarote, attualmente abita sul Lago Maggiore. Ha vinto numerosi premi e concorsi, nazionali e internazionali, è stata redattrice del sito Poetika.it, co-ideatrice di Onirica Edizioni per la quale ha lavorato numerosi anni, in veste di editor e direttore creativo. Attualmente è Presidente del prestigioso Premio Letterario Nazionale Poetika, giunto ormai alla sua ottava edizione, e direttore editoriale della casa editrice Eugraphìa. In uscita la sua quarta silloge.

ANTONIO VALENTINO
è nato a Pescara nel 1954, che ha lasciato al termine del Liceo, trasferendosi a Bologna per gli studi universitari. Quindi s’è trasferito a Bergamo, a Milano, a Lugano, poi di nuovo in provincia di Bergamo, dove tuttora risiede (ma non è detta l’ultima parola). In Svizzera ha conseguito una seconda laurea. Ha una formazione culturalmente variegata. Ha cominciato a scrivere poesie a Bologna, seguendo soprattutto il gruppo di giovani che gravitava attorno a Roberto Roversi e alla Libreria Palmaverde. Ha pubblicato nel 1980 Una storia deconnessa, Seledizioni, Finalista al Premio Viareggio e al Premio Camaiore e nel 1985 L’idea del non ritorno, con analogo successo di pubblico e critica. È stato un alto dirigente di case editrici e pubblicitarie italiane e multinazionali. Ha lavorato anche per i servizi culturali della RAI e partecipato ai tutti i principali reading poetici degli anni 80/90. Negli ultimi anni, è tornato all’amore per i libri, dopo aver lanciato una propria casa editrice AV Editoria nel 2016. Ha anche ripreso a pubblicare con i quattro racconti de Le variabili del sistema, 2017 e le poesie di Il grigio degli occhi, 2017 e infine il romanzo Quando cantava Rabagliati, 2018. Da quest’anno condivide con Daniela Cattani Rusich un secondo marchio Eugraphia.


 

ELIO DELMONACO
Vive ad Arizzano (Verbania), sulle colline del Lago Maggiore, dove svolge la professione di architetto. Sulle esperienze teatrali degli anni novanta, orienta successivamente i propri interessi verso la scrittura nella forma espressiva della poesia. Vincitore di diversi premi letterari, oltre che a numerosi Premi Speciali della critica. Presente in antologie, è stato più volte pubblicato in periodici di settore. Nel 2006 riceve a Palermo la nomina di Accademico Emerito “Ruggero II di Sicilia”. Nel 2008 è invitato al XIII Festival Internazionale di Poesia dell’Avana, patrocinato dall’UNESCO, in rappresentanza dell’Italia.


 

CATERINA SILVIA FIORE
Nel 2016 fonda il premio internazionale di letteratura ANTONIA POZZI, dedicato alla grande poetessa morta suicida nel 1938, trasformato poi in Premio internazionale di letteratura PER TROPPA VITA CHE HO NEL SANGUE” di cui è presidente, giunto oggi alla terza edizione. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra questi il premio ALDA MERINI (seconda classificata con la video poesia AMORE ASPRO), terzo posto al PREMIO NAZIONALE SIRMIONE LA ROCCA SCALIGERA con la poesia KENYA, prima classificata al concorso nazionale OCEANO NELL’ANIMA con la poesia AFGHANISTAN , premio speciale della giuria al PREMIO INTERNAZIONALE “IL SUBLIME” IL GOLFO DEI POETI ( giuria composta da Milo de Angelis e Stefano Zecchi) numerosissime menzioni d’onore, tra queste al PREMIO MEMORIAL MIRIAM SERMONETA, Premio PIEMONTE LETTERATURA PER LA PACE E LA GIUSTIZIA SOCIALE, Premio internazionale di letteratura ALDA MERINI BRUNATE. Ha pubblicato un romanzo breve dal titolo INCUBATOIO una raccolta di racconti dal titolo LORO SANNO COSA FARE e due sillogi, IL FOLLE, L’INCUBO, IL SOGNO e IL DUBBIO E LA FOSCHIA.